Lifestyle e sonno

Dormi bene e vivi meglio

Il sonno è una componente importantissima della salute fisica e mentale, che serve per ricostituire le energie spese durante il giorno, aiutandoci a conservare tutta la nostra energia vitale; lo stesso sviluppo psicofisico dell’individuo è in stretta relazione con un buon riposo notturno.

Il tempo necessario per riposarsi adeguatamente varia da persona a persona e può andare dalle 6 alle 10 ore per notte; le variazioni dipendono da fattori psicologici, come i turbamenti emotivi, oppure a condizioni fisiche, come l’età: con l’avanzare degli anni è solitamente inferiore il tempo che il fisico richiede per il sonno.

Nonostante questa variabilità, il sonno resta uno stato fisiologico molto importante per l’organismo: infatti veglia e riposo rappresentano due stati complementari, quasi indispensabili per l’uomo; la mancanza o l’insufficienza di una delle due può creare gravi disagi all’interno dell’organismo.

È quindi importantissimo intervenire tempestivamente in caso di insonnia, un disturbo del sonno che interessa circa 12 milioni di italiani, ma che spesso non viene identificata come un problema e quindi non trattata adeguatamente.

Trascurarne i sintomi sperando che la situazione si risolva da sola è il modo peggiore di affrontarla: in questo modo il problema tende a cronicizzare e a diventare ricorrente.

È invece importante convincersi che il rimedio, molte volte, è più semplice e alla portata di quanto si creda: molto utile, ad esempio, un’integrazione a base di melatonina, preziosa per regolare il ciclo sonno-veglia, ma importante anche seguire le normali regole dell’igiene del sonno, e nel caso provare con rimedi naturali a base di sostanze vegetali in grado di aiutare efficacemente a ritrovare un sonno tranquillo, come la valeriana, la passiflora, la melissa, ecc.

Meglio poi adottare alcuni accorgimenti di igiene ambientale, come mantenere la stanza da letto confortevole e silenziosa a una temperatura media di 18 gradi, usare materassi non troppo morbidi e cuscini abbastanza bassi.

Anche i comportamenti alimentari hanno la loro importanza: meglio una cena leggera evitando l’assunzione di alcol e bevande contenenti caffeina, privilegiando gli alimenti in grado di stimolare nell’organismo la produzione di melatonina e serotonina: tra questi principalmente i formaggi, ma anche le uova, il pesce e il cioccolato.