La melatonina

Melatonina: un aiuto contro l’invecchiamento

L’efficacia nella regolazione del ritmo sonno/veglia è senza dubbio l’effetto più conosciuto e apprezzato della melatonina, che la rende una sostanza preziosa per riuscire a godere di un riposo “soddisfacente” in ogni fase della vita.

Questo ormone è ormai entrato tra le opzioni più diffuse nel trattamento dei disturbi del sonno, grazie anche al fatto che è privo di qualunque effetto collaterale; questa caratteristica rende la melatonina una sostanza largamente impiegata, ad esempio, nell’insonnia dei bambini e degli anziani. Soprattutto in questo ultimo caso, gli esperti ritengono preziosa un’integrazione specifica, in quanto le problematiche di riposo nei soggetti non più giovani sono da attribuire in parte al calo di produzione di melatonina da parte dell’organismo con l’avanzare dell’età.

L’utilità di un’integrazione di melatonina negli anziani non finisce però qui: questo ormone esercita infatti una vera e propria azione anti-invecchiamento ritardando i processi neurodegenerativi e contrastando gli effetti nocivi dei radicali liberi.

Per quanto riguarda più specificamente le donne, il progredire dell’età significa inevitabilmente andare incontro alla menopausa, un fenomeno fisiologico che coincide con la fine del ciclo mestruale e dell’età fertile, durante il quale i cambiamenti del corpo, con un coinvolgimento anche dal punto di vista psicologico, determinano spesso un peggioramento della qualità della vita e del riposo notturno in particolare. Anche in questi casi è possibile contrastare efficacemente il problema, in modo sicuro e naturale, con un’integrazione a base di melatonina, ma anche con prodotti a base di sostanze naturali in grado di favorire un fisiologico riposo notturno, come ad esempio la valeriana.